Giornata Europea delle Lingue 2018 (#coeEDL #coeEDL2018 #EDLangs2018)

Giornata Europea delle Lingue - European Day of Languages

 

Il 26 settembre di ogni anno, a partire dal 2001, si festeggia la Giornata Europea delle Lingue (in inglese: European Day of Languages), per coinvolgere ed informare la popolazione europea sull’importanza dell’apprendere una o più lingue straniere.

Gli obiettivi dell’iniziativa – promossa dal Consiglio d’Europa  – sono quelli di favorire la comunicazione e la comprensione interlinguistica e interculturale, nonché di incrementare la diffusione del plurilinguismo e sensibilizzare sull’importanza dello studio delle lingue, sia in ambito europeo che su scala globale.

Continua a leggere Giornata Europea delle Lingue 2018 (#coeEDL #coeEDL2018 #EDLangs2018)

Impara l’inglese con Donald Trump

Impara l'inglese con Donald Trump

Le eccentricità oratorie di Donald Trump – il palare di sé in terza persona, ad esempio, oppure la pronuncia di huge allungando oltremodo il suono della u e senza l’aspirazione che la lettera h richiederebbe – ed il suo uso bizzarro della lingua inglese sono noti ai media di mezzo mondo sin dai tempi dell’annuncio della sua candidatura alla presidenza degli Stati Uniti.

 

Tuttavia, al di là di questi piccoli vezzi, l’idioletto di Trump risulta essere un peculiare amalgama di lessico e sintassi che veicolano una mentalità altrettanto caratteristica.

Questo conciso dizionario Trumpese-inglese nasce da un’analisi attenta dei discorsi, delle interviste e dei tweet di Donald Trump.

Buona lettura!

Continua a leggere “How to Talk Like Trump” di Kurt Andersen

Per approfondire:
Lost in TrumpslationLicia Corbolante

Giornata Europea delle Lingue 2017 (#coeEDL2017 #EDLangs2017)

2017 European Day of Languages

“This year’s European Day of Languages celebrates innovation in language learning and teaching. This provides us with the perfect opportunity to highlight the huge value of Europe’s cultural diversity. Europe’s nations are always at their strongest and most prosperous when we are open and outward-facing, willing to embrace other ways of life, and when we welcome those who can contribute to our societies. By pausing to celebrate the dozens of languages spoken across our communities we can send a powerful message: that Europe is a truly multilingual place where all backgrounds are welcome and where everyone can have an equal voice. Hundreds of events have been organised by schools, universities and cultural establishments to mark the day. I would like to send my best wishes to all those taking part.”
Thorbjørn Jagland
Secretary General, Council of Europe

La Giornata Europea delle Lingue – che si celebra ogni anno il 26 settembre – rappresenta un’occasione per informare e sensibilizzare la popolazione sull’importanza dell’apprendere una o più lingue straniere, e si pone come obiettivo quello di incrementare lo studio delle lingue e il plurilinguismo, e di favorire la comunicazione e comprensione interculturale.

Continua a leggere Giornata Europea delle Lingue 2017 (#coeEDL2017 #EDLangs2017)

Native English Speakers are the world’s worst communicators

Di Lennox Morrison – pubblicato il 31 ottobre 2016 su BBC Capital

Traduzione di metaphraze

Suddenly the American or Brit walks into the room and nobody can understand them – Chia Suan Chong*
*Ed ecco che, all’improvviso, arriva l’americano o l’inglese di turno e nessuno riesce a capire un’acca di ciò che sta dicendo (n.d.t.: notare l’utilizzo del singular they nella frase originale)

Una parola, una sola. E tuttavia questa parola – contenuta in un’email – era bastata a causare ingenti perdite alla multinazionale.
L’email, scritta in inglese, era stata inviata da un parlante nativo ad un collega per cui l’inglese non era prima lingua. Trovandosi di fronte ad una parola sconosciuta, il destinatario della mail era andato a cercarne il significato sul dizionario; il lemma aveva due definizioni opposte. Il malcapitato aveva scelto quella sbagliata…
Qualche mese più tardi, interrogandosi sui motivi che avevano causato il fallimento di quel progetto e la perdita di svariate centinaia di migliaia di dollari, la dirigenza della società si era resa conto che tutto era partito da quella parola.
“Le cose sono finite fuori controllo perché le parti in causa avevano un’idea opposta di quello che stava succedendo” – dice Chia Suan Chong, formatrice esperta in comunicazione interculturale.

Continua a leggere Native English Speakers are the world’s worst communicators