metaphraze wishes you all a HAPPY NEW YEAR!

Thanks for your engagement and support during these months together!
We look forward to “Bridging the (Language) Gap” in 2016, too!

metaphraze vi augura un fantastico 2016!

Grazie ai 900 visitatori unici che hanno digitato almeno una volta metaphraze.com per cercare spunti, per mettere alla prova il proprio livello di inglese, per imparare la nostra #Wotd – Word of The Day, oppure per semplice curiosità.

Ecco gli articoli più letti del 2015:

Grazie per le 1300 visualizzazioni (di cui 700 dall’Italia!), grazie per le richieste di contatto, le critiche, il feedback e le interazioni.

Grazie ai nostri follower su Twitter e GooglePlus!

 

Happy 2016 from meta/phr(eɪ)Ze

 

La nostra #WOTYWord of The Year per il 2015 è:

refugee [refjʊˈdʒiː] (noun)
a person who has been forced to leave their own country in order to escape war, political/religious/social persecution, or natural disaster

Perché l’abbiamo scelta come parola più rappresentativa del nostro 2015?

Perché metaphraze ha avuto un ruolo importante nella gestione dell’emergenza rifugiati che si è verificata nel corso dell’anno appena trascorso: abbiamo insegnato l’italiano ai richiedenti asilo, abbiamo fornito loro supporto linguistico per facilitarne e favorirne l’integrazione. Abbiamo contribuito ad abbattere le barriere linguistiche negli ospedali, nelle prefetture, nelle questure, negli enti di formazione.

Ci piace pensare di essere stati una piccola tessera nel grande mosaico multicolore della loro integrazione nella nostra società.