meta/phr(eɪ)Ze.com at the MateCAT Translation World Cup 2014

In pieno spirito “mondiale”, anche a meta/phr(eɪ)Ze.com è venuta la febbre della competizione!
Niente calcio, però, siamo Traduttori (tra le altre cose)!

Si è appena conclusa la MateCAT Translation World Cup 2014, e questo post vuole rappresentare un ringraziamento per tutti coloro che hanno supportato (e votato, condividendo i nostri sforzi tramite i loro profili sui social network) la nostra partecipazione a questa iniziativa!

Grazie a tutti, di cuore!

Ah, che dite? Volete sapere com’è andata? Eccovi accontentati:
Ci siamo classificati alla posizione numero 151 (su 1440 partecipanti a livello mondiale), mentre nella classifica relativa alla sola lingua italiana abbiamo conquistato un dignitoso ventinovesimo posto! Poteva andare peggio!

(follow us on Twitter: @metaphraZe!)

Di seguito la nostra “partita” dei mondiali:

Profezie “Mondiali”

Ve lo ricordate il polpo Paul? Fu la vera stella dei Mondiali del 2010: era in grado di predire chi avrebbe vinto le partite disputate dalla Germania. Riuscì persino ad indovinare il vincitore della finale. La sua carriera iniziò durante gli Europei del 2008, quando riuscì a predire correttamente il risultato di 11 partite su 13.
La previsione avveniva scegliendo tra due ciotole di cibo contrassegnate con i colori delle squadre impegnate in una data partita del torneo. Purtroppo, alla fine del 2010, Paul è passato a miglior vita.

Ma Paul non era solo. Prendete Harry il coccodrillo, per esempio: anche lui azzeccò il vincitore dei Mondiali del 2010. Non solo, riuscì anche ad indovinare il risultato di due consultazioni elettorali consecutive tenutesi in Australia. Ciònonostante, non raggiunse mai la popolarità del polpo tedesco. Neanche Mani, un pappagallo di Singapore, è riuscito a fare di meglio: pur avendo indovinato tutti i risultati dei quarti e delle semifinali dei Mondiali del 2010, sbagliò clamorosamente il risultato della finale tra Spagna e Olanda.

Subito dopo la prematura scomparsa di Paul, si è scatenata una grande lotta tra i pretendenti alla sua corona. Durante gli Europei del 2012, sono stati tre gli animali a prendere parte al “gioco degli oracoli”: Citta, un elefante indiano di uno zoo di Cracovia, in Polonia; il furetto Fred, direttamente dall’Ucraina, che aveva addirittura un profilo Twitter e poi, sempre dall’Ucraina, Futnik il porcellino indovino, con all’attivo 2 partite azzeccate su 3.

Chi prenderà il posto del polpo Paul durante i prossimi Mondiali di Calcio? Sarà forse il pappagallo benedetto da Papa Francesco in piazza San Pietro, che ha fatto tanto parlare di sé in TV? Oppure sarà Nelly, un elefante tedesco, che ad oggi ha indovinato i risultati di trenta partite su trentatré? Non c’è da sottovalutare nemmeno il potere divinatorio del cucciolo di panda cinese, divenuto ormai un beniamino dei mass-media di stato.

Amore (questo il nome del pappagallo italiano) darà il suo responso scegliendo la bandiera della squadra vincente su un campo di calcio in miniatura; Nelly preferisce predire i vincitori calciando una palla verso una delle due reti contrassegnate dalle bandiere delle squadre in procinto di sfidarsi; Il cucciolo di panda, invece, durante le partite di girone predirà i risultati delle partite prendendo il cibo da ciotole su cui sono apposte le bandiere delle squadre partecipanti, mentre durante le eliminazioni lo farà arrampicandosi su un albero sulla cui cima sarà issata la bandiera della squadra ritenuta vincente.

E voi, avete per caso un animale domestico?
Pensate che riuscirebbe a fare di meglio? E, se sì, in che modo?
Mettetelo alla prova!

[Versione Originale: World cup oracle animals
Do you remember Paul, the Octopus? He was the star of the 2010 World Cup, being able to guess the winner of Germany’s matches. He also guessed the winner of the final. His career started with Euro 2008, and saw him go on to correctly predict 11 out of 13 matches. He used to choose between two boxes containing food with the national flags of each team involved in every match. Unfortunately, he died in the end of 2010.

Paul was not alone. Even Harry the Crocodile guessed the 2010 World Cup winner. Moreover, he was able to predict two consecutive Australian Federal Election results. Nevertheless, he never had the appeal of the German octopus. Neither did Mani do better, a Singapore parrot who guessed all the quarters and semi-finals of the 2010 World Cup, because he failed to guess who would have succeeded between Spain and the Netherlands in the final.
Since Paul’s untimely departure, there has been great competition over who will take his crown. During Euro 2012, there were three animals playing this game: Citta, an Indian elephant living in a zoo in Krakow, Poland; Fred, the Ukrainian ferret who can be followed on Twitter; and Funtik, the Ukrainian soothsayer hog able to correctly predict 2 out of 3 matches.
Who will take the place of Paul the Octopus during the next World Cup? Will it be the parrot blessed by Pope Francis in Saint Peter’s Square, now a star of the Italian national public broadcaster? Or will it be Nelly, the German elephant who has correctly predicted 30 out of 33 match results to date? And of course, do not underestimate the psychic powers of the panda cub supported by Chinese state media.
The Italian parrot named Amore (Italian for love) will give his prediction by choosing the flag of the winning team on a miniature football field. Nelly prefers to predict winners by kicking a ball into either one of the nets with the flags of the competing countries placed before them. Instead, the panda cub will guess the outcome of matches by picking food from boxes marked with flags during the group matches and by climbing a tree flying a flag in the knockout rounds.

Do you have a pet? Would he or she be able to do better? How? Let them give it a shot!]